Cos'è

“Il percorso è quinquennale, non rilascia qualifica intermedia.
Al conseguimento del Diploma, la Regione Piemonte riconosce un credito orario per
accedere al percorso qualificato per Operatore Socio Sanitario (OSS).
Le attività dei PCTO svolte dall’ Istituto contribuiscono al consolidamento di questo credito.”
Quali caratteristiche personali possono facilitare la frequenza dell’Istituto Professionale
Servizi Socio Sanitari ?
Per affrontare al meglio questo corso di studi bisogna avere inclinazione verso le professioni sociali e sanitarie, essere  disponibili verso lo sviluppo di specifiche competenze emotive, comunicative e relazionali,
essere precisi e determinati, saper rispettare le norme di igiene e sicurezza.

E’ utile essere una persona dotata di iniziativa e capacità di adattamento, è necessario saper
ascoltare, essere disponibili a rapportarsi con persone portatrici di diverse tipologie di
bisogni, avere una buona capacità di interpretazione delle situazioni e dei contesti ed
essere aperti e disponibili verso il lavoro in equìpe.

Volantino indirizzo Servizi per la sanità e l’assistenza sociale anno scolastico 2022/2023

Struttura responsabile dell'indirizzo di studio

Programma di studio

Con la riforma Gelmini del 2010, gli indirizzi di studio “Tecnico dei servizi sociali” e “Dirigente di comunità” confluiscono nell’indirizzo Servizi per la sanità e l’assistenza sociale.
Il nuovo percorso di studi mantiene inalterata la specificità dei precedenti indirizzi caratterizzandosi per la pluralità dell’offerta formativa nel settore dei servizi sociali, sanitari ed educativi . Il Diplomato di questo indirizzo acquisisce le competenze necessarie per organizzare ed attuare interventi adeguati alle esigenze socio-sanitarie di persone e comunità, per la promozione della salute e del benessere bio-psico-sociale. Principali aree di intervento sono quelle che riguardano la mediazione familiare, l’immigrazione, le fasce deboli, le attività socio culturali e tutto il settore legato al benessere psico fisico.
Nello specifico, questa figura professionale è adeguatamente formata per: prendersi cura degli altri soddisfacendo i loro bisogni relativamente al loro stato di salute o alle loro tappe psico-fisiche e contribuendo a promuovere stili di vita nel rispetto delle norme igieniche, della corretta alimentazione e della sicurezza; intervenire nella gestione dell’impresa socio-sanitaria e nella promozione di attività di assistenza e di animazione; utilizzare metodologie e strumenti operativi atti a rilevare i bisogni socio sanitari di un territorio attraverso l’interazione con soggetti istituzionali e professionali e pianificare progetti individuali, di gruppo e di comunità in relazione alle singole esigenze ; predisporre ambienti, materiali e spazi idonei all’utenza a cui sono destinati; favorire l’integrazione sociale di persone, comunità e fasce deboli; mediare correttamente la relazione fra utenti e operatori assicurando l’efficacia dell’intervento e predisponendo, all’occorrenza, piani individualizzati di intervento; relazionarsi con le altre figure del sociale nei settori dei minori, anziani, diversamente abili, a sostegno e tutela della persona, della sua famiglia e della comunità, per favorire l’integrazione e migliorare la qualità della vita; conoscere e utilizzare tecniche di animazione siano sociali, ludiche, culturali, espressive, motorie, manuali, musicali come momento di aggregazione fra le persone motivando gli utenti a partecipare alle attività proposte e garantendone il coinvolgimento; favorire la comunicazione fra persone e gruppi, anche appartenenti a culture e contesti diversi, attraverso linguaggi e sistemi di relazione adeguati; organizzare e condurre attività per favorire il benessere e l’autonomia della persona con disagio; condividere le competenze nel team; utilizzare le metodologie proprie della pedagogia per l’individuazione, la conduzione e il monitoraggio degli interventi educativi più idonei; individuare soluzioni corrette ai problemi organizzativi, psicologici e igienico-sanitari della vita quotidiana; contribuire a informare e orientare l’utente al fine di facilitare l’accessibilità e la fruizione autonoma dei servizi pubblici e privati presenti sul territorio e per indirizzarlo verso idonee strutture; utilizzare strumenti di monitoraggio e di valutazione della qualità del servizio e dell’intervento erogati, al fine di migliorarli; utilizzare strumenti informativi per la registrazione di quanto rilevato sul campo; conoscere ed applicare la normativa sulla privacy e sulla sicurezza sociale e sanitaria. Questo corso prevede un tirocinio obbligatorio di almeno 200 ore da svolgere nel sociale (bambini, adolescenti, anziani ecc.); sono esentati dal tirocinio chi già lavora nel sociale, gli infermieri diplomati e gli Operatori Socio Sanitari.

Libri di testo

Si pubblicano gli elenchi per classe dei libri di testo adottati per l’anno scolastico 2022/23 si prega di fare attenzione ad individuare negli elenchi la classe corretta;
in caso di dubbi gli interessati potranno rivolgersi alla segreteria didattica, all’indirizzo di posta elettronica didattica@porropinerolo.com o ai numeri telefonici 0121391362 – 0121391363

il dirigente scolastico

Socio_22_23

pdf - 40 kb